15 August 2017

Guestbook

Marina

Credo poco nelle coincidenze fortuite. Cercavo un posto in cui fare teatro e un amico, che aveva sentito parlare di un certo laboratorio, mi disse: “Dovrebbe chiamarsi Metis. Guarda un po'”. Credo poco nelle coincidenze fortuite perché con Metis ho trovato lo spazio di cui avevo bisogno per dare la stura alla mia atavica ammirazione
-> Continue reading Marina

Ester

È piena estate, fuori ci sono quasi 40 gradi, l’afa ti mozza il fiato. Pensi “ma sì! oggi salto, non ce la faccio”. Ma poi è a non andare alle prove che non ce la fai. Allora ti metti alla guida, ti imbuchi in un bus o in metro, attraversi mezza città e approdi nella
-> Continue reading Ester

Gea

Un giorno ti accorgi che non ti basta più stare dalla parte dello spettatore, vuoi capire cosa si prova a salire su un palco, anche minuscolo. Pensi che non sia possibile, che non hai l’indole giusta, che la paura ti taglierà le gambe, che la tua voce è troppo bassa perché possa essere sentita, che
-> Continue reading Gea

Liliana

Il teatro è poesia che esce da un libro per farsi umana dice Federico Garcia Lorca, e io sono con lui. Per me, il naso sempre immerso in un libro, la bocca chiusa immaginando parole impresse su carta, il teatro è stata una rivelazione di gesti, presenze, differenze e sintonie, spazi. Una rivelazione di me
-> Continue reading Liliana

Tea

Ho capito di amare intensamente il Teatro all’età di 14 anni quando a scuola ci portarono a vedere “Il Fu Mattia Pascal” e Pirandello mi parve un uomo “oltre”… un uomo di un mondo meraviglioso. Da quel giorno ho capito che il Teatro ti da la possibilità di far vivere anche quella parte nascosta del
-> Continue reading Tea

Andrea

Andrea

Il Metis è quell’istante in cui ti accorgi che stai respirando. Quell’istante in cui il movimento meccanico si abbraccia al pensiero. L’aria diventa densa. Un sostegno emotivo. Un gesto semplice ma vitale. Una sopravvivenza creativa. Sentirsi pieno di leggerezza. Dare aria ai pensieri. Colorare i sospiri. Far battere il cuore. Aprire una mano Ridere Amare
-> Continue reading Andrea

Attilio

Attilio

Ho sempre amato il teatro e ho sempre sognato di poter salire su un palco, indossare la maschera di un personaggio o esprimermi attraverso il mio corpo; ho sempre sognato di trasmettere ad un pubblico emozioni che magari viviamo quotidianamente o far vivere personaggi che abbiamo studiato nella nostra vita. Tutto questo sono riuscito a
-> Continue reading Attilio

Francesca

Francesca

“essere parte di…” “stare” “pienezza e voglia di continuare senza mai fermarsi” è così che mi sento oggi, dopo circa 10 anni dalla mia prima lezione di prova 🙂 ero smarrita, piccola, curiosa e con tanta voglia di provare cosa vuol dire e cosa fa provare la parola TEATRO. oggi per me è una droga sana la
-> Continue reading Francesca

Debora

Debora

Nove anni fa approdai a Metis, quando ancora aveva un nome piu’ giocoso, spensierato. Da subito ebbi la sensazione di entrare in una bolla, magica ed unica. Ricordo le parole della Pierucci, pochi istanti prima del mio esordio… “non senti far parte di un segreto magico che conosciamo solo noi?” Queste parole sono scolpite nella
-> Continue reading Debora

Valentina

Valentina

Ogni volta che entro in un teatro provo sempre la stessa sensazione: una stretta forte allo stomaco, una di quelle belle, positive che ti fanno vibrare l’anima. Il Metis l’ho incontrato per caso e come spesso avviene per ciò che è inaspettato si è rivelato una meravigliosa sorpresa. Emozione, gioia, condivisione, poesia, impegno, commozione…tutto questo
-> Continue reading Valentina